Maserati-Ghibli_2014_1280x960_wallpaper_01

Il 2012 è stato l’anno della svolta per la casa del Tridente. Il piano industriale deciso dai vertici di Torino è basato sugli investimenti in settori premium, e i tre marchi su cui puntare sono Ferrari, Alfa Romeo e Maserati.

A Maranello non sono mai stati così impegnati. La Ferrari sta registrando record di vendite e successi continui con ogni modello presentato, e per la prima volta nella sua storia si trova con ben cinque vetture a listino, con l’aggiunta del modello LaFerrari in edizione limitata.

Alfa Romeo ha la fortuna di godere di grande prestigio in qualsiasi parte del mondo, e la scelta di investire in prodotti premium dal carattere spiccatamente aggressivo si sta rivelando intelligente. La nuova 4C ha suscitato l’interesse di appassionati e non, ma si attendono notizie riguardanti la berlina di classe media, la spider due posti e il suv di dimensioni medie, atteso forse da troppo tempo.

2014-maserati-ghibli-official-photos-details-released-photo-gallery_8

Con la ristrutturazione degli impianti di Grugliasco, Maserati ha come obiettivo la vendita di 50.000 veicoli in un anno, possibile solo con l’ampliamento della gamma a settori finora inesplorati.

La nuova Quattroporte è da poco stata presentata, e il giudizio sembra essere positivo. La notizia della giornata è, però, un’altra. La casa ha ufficializzato la nuova Ghibli al salone di Shanghai, mostrando le immagini in anteprima in questi giorni.

maserati_kubang_f34_ns_11112_717

La scelta di presentare la Quattroporte a Detroit e la Ghibli al salone asiatico sono chiari segnali di come il mercato di queste vetture si sia spostato completamente al di fuori dell’Europa.

La nuova berlina di classe medio-alta farà concorrenza alla Mercedes Classe E e alla BMW Serie 5, puntando tutto sul marchio prestigioso e sulle caratteristiche che da sempre contraddistinguono le auto del Tridente.

Lunga poco più di 5 metri, poco più delle rivali, offre da subito due motorizzazioni. Il V6 benzina sviluppato dalla Ferrari è un 3.0 litri con doppia sovralimentazione capace di sprigionare 410 CV, con trazione sia posteriore che integrale Q4. Il propulsore meno sportivo è l’inedito V6 3.0 biturbo diesel da circa 270 CV realizzato dall’italiana VM. Entrambi saranno abbinati al cambio automatico ZF da otto marce.

Gli interni richiamano la sorella maggiore, ma i dettagli come la fibra di carbonio e la pelle bicolore a contrasto la rendono certamente meno opulenta.

2014_maserati_ghibli_overseas_03-0410

Il listino Maserati è ora composto di cinque modelli: la Granturismo, la Granturismo MC Stradale, la Grancabrio, la nuova Ghibli e la Quattroporte.

Certa sarà la produzione del Suv di lusso Levante (o Kubang, il nome non è ancora stato ufficializzato), basato sulla Jeep Grand Cherokee e prodotto oltreoceano. Si attende sul mercato nel 2014, ma le linee dovrebbero essere definitive. Ancora incerta è la produzione di una nuova berlina, più piccola e di settore D, destinata principalmente al mercato europeo. Il rischio è, infatti, quello di snaturalizzare un marchio importante e di lusso com’è Maserati.

Notizie trapelate di recente prevedono anche un futuro modello ipersportivo derivato dalla Ferrari LaFerrari, che riprenda il posto della Maserati MC12 derivata a sua volta dalla vecchia Enzo. Aspettiamo nuove informazioni, ma i designer, nel frattempo, possono iniziare a sbizzarrirsi.

LaMaserati---Anton